Gli specchi danno la sensazione di un maggiore spazio in qualunque posso essi vengono applicati. Se con questi elementi si riveste un'intera parete, l'ambiente risulterà notevolmente trasformato. L'installazione si differenzia da tutti gli altri tipi di rivestimento, ma comunque è abbastanza facile e sono possibili diverse soluzioni.

Occorrente
Faesite o compensato
Metro e matita
Listelli
Trapano
Tasselli con viti e cacciavite
Zeppe di legno
Pialla
Vernice di sottofondo e pittura lucida
Assicella lunga
Livella a bolla
Un regolo
Piastrelle a specchio
Straccio morbido

Come primo lavoro bisognerà che prepari le pareti. Quindi, una superficie irregolare dovrai rivestirla con faesite o compensato prima di applicarvi le piastrelle. A questo punto, segna linee di riferimento a trenta centimetri di intervallo come guida per i listelli di sostegno. Una volta fatto, fora le estremità dei listelli e contrassegna i punti di fissaggio sulla parete, poi pratica i fori nel muro, inserisci i tasselli e avvita provvisoriamente i listelli stessi.

Quando avrai eseguito questo lavoro, dovrai accuratamente controllare che i listelli siano a filo, quindi metti delle zeppe di legno come spessore per riportare a filo i listelli rientranti e pialla quelli sporgenti. Una volta fatto, passa a serrare a fondo le viti. A questo punto, taglia a misura i fogli di compensato e avvitali al loro posto. Alla conclusione del lavoro, il legno potrai verniciarlo con una mano di sottofondo e due di pittura lucida.

Giunto a questo punto, potrai passare al fissaggio vero e proprio delle piastrelle a specchio. Quindi, servendoti di un'assicella lunga e diritta e di una livella a bolla, dovrai tracciare una linea orizzontale a circa metà altezza sulla parete, quindi una linea verticale a metà larghezza. Adesso con un regolo controlla quante piastrelle occorrono e dove cadono quelle da tagliare. In questo caso i pezzi da tagliare sono troppo piccoli, per cui si rende necessario modificare il reticolo.

Per fare in modo che tu possa eseguire questo lavoro, dovrai passare a tracciare le nuove linee di riferimento in modo da ottenere un bordo simmetrico di piastrelle tagliate. Una volta fatto, e quindi ultimato il reticolo, dovrai fissare un listello di guida lungo la prima linea. Adesso togli la carta di protezione dal nastro biadesivo della prima piastrella e quindi comincia a collocarla al centro, sistemandola nell'angolo fra il listello di guida e l'altra linea.

Per eseguire nel modo giusto questa operazione, dovrai appoggiare uno spigolo della piastrella contro il listello, poi passa ad accostarla con precisione al muro, ma fai molta attenzione perché l'adesivo fa presa rapidamente. A questo punto, per un fissaggio solido e durevole, potrai passare uno straccio morbido sulle piastrelle a specchio, facendo bene pressione sui punti in cui si trovano i nastri adesivi.

Per chi colleziona monete d’argento d’epoca, il fattore più importante è che ci sono in giro molti falsi. A meno che non siate esperti o abbiate molta esperienza con le monete d’argento d’epoca, è difficile capire la differenza tra le monete autentiche e quelle false.

Alcune persone raccolgono di proposito i falsi, in particolare quelli famosi, da falsari ben noti come il celebre copista del XX secolo Peter Rosa. Molti falsi hanno la scritta “copia” in conformità con la legge vigente, ma sono tali e quali alle originali, in modo che possiate farvi un’idea di come siano quelle autentiche. Tuttavia bisogna stare attenti a quelle che non sono contrassegnate come false ma sono comunque monete false o contraffatte.

Le monete d’argento d’epoca greche, romane, persiane, dei Parti, bizantine ed egiziane sono tra le più diffuse al mondo tra i collezionisti. Tutte le monete d’argento d’epoca sono state battute a mano, e quindi ognuna presenta piccole differenze rispetto alle altre.

Migliore è la qualità della moneta, soprattutto dopo tutto questo tempo, e maggiore sarà il suo valore. Alcune monete possono valere anche migliaia di euro. La maggioranza sono in condizioni appena discrete o rovinate, e valgono solo poche centinaia di euro.

Le monete in argento sono anche state coniate in tempi più recenti, basta pensare alle 500 lire d'argento, relativamente a cui è possibile vedere questo approfondimento su Valoremonete.net, e in questo caso lo stato di conservazione è ovviamente migliore.

Le monete d’argento d’epoca hanno un fascino tutto loro e una storia molto interessante alle spalle e, visto che questa ne fa aumentare considerevolmente il valore, sono molto richieste dagli appassionati.

Modanature e listelli decorativi, applicati alle pareti e ai soffitti, danno alla stanza un aspetto più aggraziato. Sono di forme varie: piatti, bombati, scanalati, a rilievo. A volte sono di legno, più spesso sono di polistirolo, materiale leggero, facile da tagliare, che si incolla e si dipinge senza problemi.

Occorrente
Listello
Matita
Livella a bolla
Adesivo a presa rapida
Sega per angoli

Con matita e livella a bolla tracciate la linea corrispondente all'altezza del listello o della modanatura; nell'esempio illustrato, si tratta di un listello che circonda la stanza all'altezza delle spalliere delle sedie (circa 1 metro da terra). Tagliate i singoli pezzi, nelle lunghezze delle pareti.

Usate una sega per angoli e tagliate lo spessore dei listelli a 45 gradi, per formare angoli e spigoli. Prima di eseguire il taglio, pensate bene all'inclinazione (verso destra o verso sinistra): infatti, è facile confondersi tra spigoli e angoli. Stendete un abbondante strato di adesivo a presa rapida sul retro del listello.

Questo fissaggio basterà, senza bisogno di viti (il listello è di materiale leggero e non deve reggere pesi). Appoggiate il listello contro la parete allineandolo alla traccia fatta con la matita, e premete. Se la lunghezza non basta, unite due pezzi cospargendo di adesivo le estremità prima di accostarle.

Le tendine a vetro sono perfette per decorare le finestre di dimensioni più o meno piccole. Sono facilissime da montare. Impiegherai certamente più tempo nella preparazione (con la cucitura degli anelli) che in tutto il resto. Vediamo in questa semplice guida come procedere.

Prima di iniziare devi prendere bene le misure della finestra che vuoi coprire.
In seguito a questo puoi comprare le tende e le asticelle a tuo piacimento.
Fai l'orlo alla tenda, badando bene alla misurazione della stessa, ed in corrispndenza di quello superiore applica gli anellini in plastica o ottone.

Una volta cuciti e fissati, prendi l'asticella e passala attraverso gli anellini.
Arrivata alle estremità inserisci in ogni asticella i 2 anelletti estremi.
Prendi i ganci e fissalli alla struttura lignea della finestra.
Prendi l'asta ed allungala o accorciala in funzione della lunghezza da raggiungere.

Una volta fatto questo sistema l'asticella sistemando anche gli anellini in modo da posizionare al meglio le tendine.
Se hai acquistato le tendine arricciate sistemale per bene.
Fai in modo che gli anellini estremi stiano esternamente ad ogni gancio in modo che le tende stesse non scivolino o si stacchino.
In questo modo hai montato le tendine a vetro in modo semplice ed abbastanza veloce.

Vuoi dare un tocco più sportivo alla tua auto? Oppure vuoi ripararti dai raggi del sole e stai cercando un'alternativa alle classiche tendine? Senza spendere molto puoi ottenere tutto questo applicando ai vetri delle semplici pellicole oscuranti. Leggi la guida ed imparerai come fare.

Occorrente
Pellicole oscuranti per auto
Taglierino
Spatola
Prodotti per pulire i vetri
Acqua e sapone

Nel procurarti le pellicole cerca di non guardare solo al prezzo, ce ne sono molte in commercio quindi guarda soprattutto la qualità. Comincia con il ritagliare le piccole in base alle dimensioni del tuo vetro, devono essere di dimensioni leggermente maggiori. Tagliale attentamente o sprecherai solo del tempo.

Lava il vetro dell'auto dalla parte interna e utilizza i prodotti appositi per eliminare ogni macchia ed alone. Quindi asciuga il vetro con un panno morbido, asciutto e soprattutto che non lasci pelucchi. Fatto questo siamo pronti ad applicare le pellicole. Bagna la parte adesiva di quest'ultime con dell'acqua e sapone.

Quindi applicale al vetro. A questo punto come sempre si saranno formate numerose bolle d'aria e pieghe tra la pellicola ed il vetro. Prendi la spatola e comincia a passarla sul vetro eliminando le bolle. Quindi sempre con la spatola spingi l'acqua e sapone verso l'esterno. Riscalda il vetro con un phon in modo che la pellicola aderisca perfettamente.