Quante volte hai comprato un jeans e hai dovuto accorciarlo? Ma come sai il bordo "fatto in casa" non viene mai come quello originale. Con un pò di fantasia ho escogitato un modo semplice per risolvere questo problema. In questa guida ti spiegherò come fare. Così avremo i nostri jeans della giusta misura e con un bordo alla moda.

Occorrente
Ago per il jeans
Spilli
Filo per imbastire
Filo resistente dello stesso colore del jeans
Centimetro da sarta
Forbici da sarta
Macchina da cucire

Per prima cosa devi prendere la misura del jeans appuntando uno spillo all'altezza desiderata. Basterà farlo solo ad una gamba perchè poi con la stessa misura farai il segno all'altra. Con il centimetro metti un altro spillo 1 cm più sopra del segno che avevi già preso perchè devi calcolare che utilizzerai il bordo. Metti tanti spilli intorno a tutta la circonferenza utilizzando il centimetro per essere precisa.

Imbastisci intorno alla prima gamba e poi con la stessa misura imbastisci anche l'altra. Fai dei punti molto larghi e visibili.in questo modo avrai il segno preciso di dove dovrai fare la piega al pantalone. Non tirare molto il filo, l'imbastitura deve essere morbida e non deve far arricciare il tessuto. Se vuoi puoi usare un ditale per evitare di farti male spingendo l'ago nel jeans che, come sai, è molto spessa come stoffa.

Fai una piega fino a far combaciare il bordo con il segno dell'imbastitura che avevi fatto per ogni gamba del pantalone e fermala con degli spilli. Ora potrai imbastire appena al di sotto del bordo. Ricorda che più vicino farai la cucitura e più preciso verrà il lavoro. Per questa imbastitura fai dei punti un po' più piccoli perchè devono restare ben fermi e non spostarsi quando poi andrai a fare la cucitura finale.

Come vedi nella foto, piegando il bordo dovrà combaciare perfettamente con il segno che avevi imbastitoto in precedenza. Questo è fondamentale per la perfetta riuscita, la cucitura dovrà essere completamente nascosta dal bordino.Una volta finito di imbastire entrambe le gambe, cuci a macchina col filo dello stesso colore del jeans. Se non hai la macchina da cucire puoi fare la cucitura a mano con punti molto piccoli e ravvicinati.

A questo punto devi tagliare il jeans in eccesso usando delle forbici da sarta cercando di mantenersi ad almeno un centimetro dalla cucitura. Fai la stessa operazione ad entrambe le gambe del pantalone. Poi passa a macchina a zig zag per evitare che il jeans si sfilacci, se non hai la macchina da cucire puoi ripulire con una cucitura a mano. Basterà passare dei punti larghi sul bordo tagliato e poi ritornare indietro in modo che si incrocino.

Infine fissa internamente il bordo della cucitura con qualche punto nascosto, facendo attenzione a non tirare molto il filo altrimenti potrebbe vedersi anche dal dritto del pantalone. Dopo aver finito lega i fili in modo da fissarli bene. Fai scaldare bene il ferro da stiro e stira la cucitura schiacciando bene. Per un risultato migliore metti sul jeans una pezzolina bagnata e poi stira più volte.

Ottimo piatto, non troppo complicato ma nemmeno banale, che vi permetterà di gustare un'ottima ricetta senza dover andare al ristorante. Per la preparazione occorre un'ora, mentre per la cottura sono necessarie quattro ore più il tempo per preparare il brodo. Il tutto è per 8 persone.

Occorrente
Per il brodo:
1 cappone piccolo
300 gr. di carne di manzo semigrassa
1 osso di vitellone con midollo
1 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
Sale
Per la pasta:
400 gr. di farina bianca
4 uova
Sale
Per il ripieno:
100 gr. di polpa di manzo
100 gr. di vitello
100 gr. di maiale magro
100 gr. di prosciutto crudo
300 gr. di pane grattato
250 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
100 gr. di burro
Pepe
Sale

Prepara il brodo nel modo tradizionale. Metti in una pentola circa 2 litri di acqua fredda, il cappone ben pulito, la carne di manzo, l'osso, le verdure e il sale necessario. Porta a bollore e prosegui la cottura a fuoco dolce, fino a che si otterrà un brodo ben ristretto, che filtrerai e sgrasserai.

Nel frattempo prepara lo stracotto: soffriggi in una casseruola con il burro le carni di manzo, di maiale e di vitello, quindi aggiungi brodo e lascia cuocere, coperto e a fuoco dolce, per almeno 4 ore. Aggiungi il prosciutto, aggiusta di sale e di pepe e lascia insaporire per circa 10/15 minuti. Togli dal fuoco e lascia intiepidire.

Prepara la pasta, unendo alla farina le uova e un pizzico di sale. Lavora bene e lascia riposare il composto per circa 30 minuti. Mentre la pasta riposa, prepara il composto per il ripieno. Passa al tritacarne lo stracotto, riducendolo in un trito molto sottile, aggiungi il pane grattato e il Parmigiano e, se necessario, ammorbidisci con un po' del sugo di cottura. Mescola bene, fino a ottenere un composto omogeneo.

Tira delle sfoglie sottili e ritagliane dei quadrati di circa 3 cm. di lato, al centro dei quali metterai un nocciolino di ripieno. Ripiega la pasta a triangolo, schiacciane bene i bordi per evitare che si aprano durante la cottura e unisci le due estremità, in modo da formare un piccolo cappello. Cuoci i Cappelletti nel brodo di cappone che avrai portato a bollore e servili in tavola in una zuppiera.

Si sa, quando abbiamo ospiti a pranzo siamo sempre preoccupati di fare una bella figura, magari impressionando gli ospiti con qualche piatto nuovo, diverso dai piatti che abitualmente mangiamo tutti i giorni. Se vuoi accompagnare un secondo semplice con un contorno di sicuro effetto, ho io l'idea che fa per te. Seguimi in cucina.

Occorrente
Per 4 persone:
8 grossi champignon
50 g. di prosciutto cotto
50 g. di mortadella
Una cipolla
80 g. di formaggio tipo auricchio o galbanino
50 g. di pangrattato
Prezzemolo
1 uovo
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
Sale
Pepe

Per iniziare, asciugali con un canovaccio assorbente e stacca tutti i gambi che terrai da parte.
Ora prendi le teste e con l'ausilio di un cucchiao scuotale tenendole, una alla volta, nel palmo della mano sinistra.

Prendi i gambi e riducili a piccoli pezzi. Taglia anche il prosciutto e la mortadella. Poni una padella sul fuoco e mettici l'olio extravergine d'oliva, la cipolla affettata quanto più sottile possibile e i gambi dei funghi a pezzetti. Lascia cuocere il tutto a fuoco vivo in modo che i gambi si asciughino quasi completamente.
A questo punto aggiungi il prosciutto e la mortadella, il sale, il pepe e il prezzemolo spezzettato con le mani e lascia cuocere ancora per 15 minuti mescolando spesso con un cucchiaio di legno.

A cottura ultimata togli la padella dal fuoco e aggiungi il pan grattato. Lascia che il composto si intiepidisca ed aggiungi l'uovo, il formaggio a cubetti piccoli, il sale e il pepe. Con questo composto farcisci le otto teste dei funghi e adagiale in una teglia con qualche cucchiaio di olio extravergine d'oliva e falle cuocere nel forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti.

Ottima guida per la preparazione di un ottimo primo piatto, non molto complicato me per nulla banale, che ti permetterà di ottenere un ottimo risultato senza dover essere un cuoco di alta classe. Per la preparazione ti occorreranno 2 ore mentre per la cottura 20 minuti, il tutto per 4 persone.

Occorrente
Per la pasta:
400 g di farina bianca
4 uova
1 cucchiaiata di olio
Sale
Per il ripieno:
200 g di ricotta
150 g di crescenza
4 cucchiaiate di formaggio grana
2 uova
Noce moscata
Sale
Per il condimento:
100 g di burro
7 cucchiaiate di formaggio grana

Prepara la pasta con la farina, le uova, l'olio e il sale. Lavora l'impasto per una decina di minuti per renderlo ben omogeneo, raccoglilo a palla e fallo riposare, per il tempo necessario a preparare il ripieno, avvolto in un tovagliolo. Prepara il ripieno: riunisci in una terrina la crescenza tagliata a cubetti e la ricotta passata al setaccio, il formaggio grana, le due uova e un pizzico di sale e noce moscata.

Mescola gli ingredienti per amalgamarli bene tra loro. Tira la sfoglia sul piano di lavoro ben infarinato. Ritaglia la sfoglia, con una rotellina dentata, in tanti quadratini; distribuisci un poco di ripieno su ogni quadratino e ripiegalo a forma di triangolo, pressando forte per saldare bene la pasta.

Fai girare intorno all'indice le due punte inferiori del triangolo, spingendo verso l'alto la punta centrale in modo da conferire la caratteristica forma al cappelletto. Fai cuocere i cappelletti in abbondante acqua salata in ebollizione. Nel frattempo scalda il burro in un tegamino fino a quando prende colore. Scolali e condiscili con il burro e il formaggio grana grattugiato.

Avete voglia di un dessert alla frutta diverso dal solito? Volete stupire i vostri ospiti con un dessert leggero ma supergoloso? La frutta è l'ingrediente principale di questa dolcissima ricetta. Servono i meloncini e le fragole. Risulta essere molto semplice e veloce da realizzare, provatela anche voi.

Occorrente
2 meloncini
100 gr ricotta fresca
Panna fresca
1/2 kg fragole
Succo di limone, zucchero

Per prima cosa prendete i meloncini e tagliateli a metà e svuotateli togliendo la polpa. Irrorateli con del succo di limone e cospargete con dello zucchero. Poneteli dentro al frigorifero avvolti singolarmente dentro alla pellicola trasparente per evitare che il loro buonissimo profumo si espanda nel frigo.

Adesso lavorate la ricotta con qualche cucchiaio di panna freschissima, unite poi del succo di limone e dello zucchero a piacere. Prendete poi la polpa dei meloncini e tagliatela a cubettini, mettetela da parte. Prendete anche le fragole, lavatele ed asciugatele, prendete alcune e tagliatele a metà avendo cura di levare il picciolo.

Ora togliete dal frigorifero i meloncini ed inserite la polpa tagliata a cubettini, le fragole tagliate a metà. Mescolate il composto di frutta e poi aggiungete la crema di ricotta che avete già preparato e guarnite con le fragole che avete lasciato intere. Ponete in freezer per 30 minuti e servite a fine pasto.