Con questa guida vi spiego come realizzare un termometro ad acqua. Il bello di questo esperimento è che non avete bisogno di oggetti di difficile reperibilità, solo materiale che avete sicuramente in casa. Divertitevi e fate divertire i vostri bambini, insegnando loro qualcosa di veramente educativo.

Prendete una bottiglia di vetro, che non abbia il collo troppo stretto, ad esempio le bottiglie della passata di pomodoro. Riempitela quasi fino all'orlo con dell'acqua fredda, alla quale avrete aggiunto del colorante alimentare. Io ho aggiunto il colorante blu ma scegliete quello che più vi piace.

Ora prendete la cannuccia, che deve essere abbastanza lunga da toccare il fondo della bottiglia e fissatela, disponendo la plastilina tutta attorno al collo della bottiglia. Fate in modo che la cannuccia sia fissata bene, in modo che non si muova dal centro. A questo punto il termometro è quasi pronto. Prendete una bacinella con il fondo piatto e abbastanza alta da coprire almeno metà della bottiglia.

Riempitela fino a metà con dell'acqua calda e quindi immergete la bottiglia. Ora, usando dei guanti per non scottarvi, togliete la bottiglia dall'acqua calda ed immergetela in una seconda bacinella contenente acqua fredda. Nell'acqua calda, l'acqua si espanderà e risalirà lungo la cannuccia, per l'effetto che il caldo ha sui legami delle molecole d'acqua. Nell'acqua fredda, succederà l'opposto.

Risulta essere abbastanza comune trovare tavolini da gioco con il piano ricoperto da un panno verde, un tessuto tradizionalmente legato alle carte e al gioco. Proprio perché riveste mobili usati in continuazione il panno si logora o si sporca con facilità: cambiarlo non è difficile. Qui ti spiegherò come puoi togliere il panno in un tavolino da gioco inglese dell'Ottocento, senza strapparlo.

Occorrente
1 pezzo di panno di buona qualità
Un po' di colla per tappezzerie in stoffa
1 pennello
1 scalpello
Un po' di carta abrasiva fine
1 metro
1 stecca di legno
1 taglierino

Infila la lama di un taglierino sotto al vecchio rivestimento e incomincia a sollevarlo lungo i margini. Poi inserisci uno scalpello e, mentre con una mano spingi lo scalpello, con l'altra tira il panno stando attenta a procedere con delicatezza per evitare di strapparlo. Quindi pulisci accuratamente la superficie del legno, prima con la punta dello scalpello per togliere i residui di tessuto e poi con la carta abrasiva.

Quando usi lo scalpello stai attenta a non scalfire la superficie del piano. Prendi quindi il nuovo tessuto, appoggialo sul piano del tavolino in modo che i due margini si appoggino al profilo dello scasso e prendi la misura del pezzo che dovrai tagliare. Infine taglia il panno utilizzando un taglierino guidato da una riga per evitare sbavature. Per incollare il panno stendi sulla superficie del legno uno strato leggero di colla largo 5 cm.

Appoggia il tessuto facendo aderire il suo margine alla battuta e poi liscialo bene. Solleva quindi il panno e stendi un'altra striscia di colla larga non più di 10 cm. Fai aderire il tessuto e continua incollando il panno lungo strisce successive e parallele fino alla fine. Liscia il rivestimento controllando che non siano rimaste grinze; poi taglia le eccedenze con la lama di un taglierino. Alla fine, prima che la colla sia asciutta, spingi bene il panno contro i bordi della battuta lungo tutto il perimetro del tavolino.

Come sapete la batteria dell'automobile deve essere cambiata ogni 3 anni. Sicuramente farla cambiare da un meccanico ci costerebbe molto, allora perché non farlo da soli? Se la vostra automobile ha dei cali di potenza riguardanti l'impianto elettrico quasi sicuramente dobbiamo sostituire la batteria con urgenza.

Per prima cosa rechiamoci presso un centro commerciale o un autoricambi e acquistiamo una batteria nuova. Meglio comprarla da 45 ah in su visto che meno è la potenza e più la macchina stenterà a partire. Le migliori batterie in commercio sicuramente sono le batterie Bosh. Una volta acquistata facciamo attenzione al trasporto.

Vediamo quindi come procedere utilizzando le informazioni presenti nella guida sulla sostituzione della batteria presente su Manutenzioneauto.net.

La batteria infatti contiene degli acidi che se versati sono altamente corrosivi e infiammabili quindi cerchiamo di tenere la batteria in orizzontale.Una volta trasportata la batteria prepariamoci a cambiarla. Apriamo in cofano della macchina e mettiamolo in sicurezza ora muniamoci di chiave inglese (molto probabilmente la 8).

Sarà necessario levare se presente la calotta di protezione della batteria. Molte volte è fermata con una vite altre senza e basta tirarla. Una volta estratta iniziamo con allentare con la chiave inglese i morsetti della vecchia batteria una volta allentati estraiamo la batteria dall'autoveicolo.

Ora con attenzione posizioniamo nello stesso alloggiamento da dove abbiamo estratto la vecchia batteria la nuova batteria nello stesso verso della precedente e ricolleghiamo i morsetti facendo attenzione allapolarità (rosso, polo positivo) - (nero, polo negativo). Ora rimontiamo la calotta e chiudiamo il cofano. Non ci resta altro che provare l'accensione.

Per chi vuole sostituire il variatore usurato dal tempo con uno nuovo, ecco la guida che vi spiegherà come fare, in modo da non dover andare dal meccanico a spendere soldi inutilmete per un lavoro che si può fare benissimo a casa senza troppe complicazioni.

Per prima cosa dobbiamo togliere il carter che copre la trasmissione dello scooter; di solito ci sono delle viti a brugola. Svitate le viti, dietro il carter troviamo da sinistra verso destra, il variatore, la cinghia ed infine la frizione. La parte che a noi interessa è ovviamente quella relativa al variatore, ma per lavorare abbiamo bisogno di allentare la cinghia aprendo i due volani della frizione. Basta usare le mani e si apriranno con facilità, rendendo la cinghia meno tesa.

Prendere la chiave adeguata per il bullone che stringe il variatore e svitarlo. Sfilare il vecchio variatore dall'albero motore facendo attenzione a non lasciare alcun pezzo di quest'ultimo, ad esempio rondelle, parti plastiche o rulletti. Di solito nelle confezioni dei variatori, ci sono due set di rulletti, un set piu a corto e un altro set più a lungo. Nel mio per esempio ho messo una metà a corto e l'altra a lungo, in modo da avere una buona risposta sia a bassi regimi che in quelli alti. Sta comunque a voi decidere quale settaggio impostare.

Una volta settato, infilare il nuovo variatore con le stesse modalità del vecchio. Ad esempio nel mio scooter (Aerox) le parti sono inserite cosi: bullone di fissaggio, ventola di raffreddamento (che fa da spalla-volano al variatore), variatore. Poi basta prendere spunto dalla sistemazione del vecchio, che deve essere la stessa per il nuovo. Una volta inserito il nuovo variatore, riavvitare il carter e fare un giro di prova.

Se anche tu hai un semplice scooter ma vuoi fare un po' il meccanico cambiandogli il motore, segui questa semplice guida che te lo spiegherà in poche parole. Devi tenere conto, però, che quello che leggerai qui di seguito vale solo per i motori ad aria.

La prima cosa che dovrai fare è togliere la carrozzeria dello scooter, poi togli le viti del coperchio del motore, cioè il GT, togli anche quest'ultimo e il copriventola.
Dovrai poi togliere le 4 viti da 10 e, mi raccomando, tieni tutte queste cose ordinate da parte.
Prendi il cacciavite a taglio e con esso fai leva tra la testa e il cilindro per toglierli.

Poi, stacca il cilindro, ma fai attenzione pechè in alcuni scooter è attaccato al carburatore e al collettore: puoi tranquillamente svitare quest'ultimo e lasciare che resti a mezz'aria.
Ora potrai vedere due anelli: togline uno e dall'altra parte fai uscire il cilindro che unisce il pistone alla biella, poi togli anche il pistone stesso.

A questo punto puoi mettere il nuovo motore: prima di tutto dovrai inserire il pistone, mettendo un anello da una parte in corrispondenza della biella, poi metti il cilindro.
Infine, metti le guarnizioni, poi il cilindro, tenendo gli anelli con le mani; metti le guarnizioni anche tra la testa e il cilindro, poi la testa e le 4 viti; metti al loro posto anche il copri GT, il coperchio nero e la carrozzeria.