Le alici marinate posso essere utilizzate sia come antipasto sia come un secondo di pesce, questo delizioso piatto è tipico di qualsiasi zona di mare.

Le alici marinate sono molto semplici da realizzare nonostante i tempi di lavorazione non siano brevissimi, un altro aspetto positivo di questo piatto oltre ad avere un basso costo per l'acquisto degli ingredienti è la lunga conservazione di fatti in frigorifero si mantiene anche per un paio di giorni.

Di seguito troverete tutti gli ingredienti necessari per realizzare le alici marinate

-500 grammi di alici

-Succo di 2 limoni

-1 spicchio di aglio

-1 mazzetto di prezzemolo

-4 cucchiai di olio extra vergine di oliva

-Pepe quanto basta

-Sale quanto basta

-2 cucchiai di aceto di vino bianco

Ora andiamo a vedere passo passo come fare a cucinare le alici marinate, piatto fresco ideale per antipasti

-Ora dovrete preparare la marinatura per le alici

-Inserite in un frullatore elettrico il mazzetto di prezzemolo e sminuzzatelo

-Successivamente tritate lo spicchio d'aglio

-In una ciotola di vetro versate l'olio extra vergine d'oliva, l'aglio tritato, 2 cucchiai di aceto di vino bianco e il succo di 2 limoni

-Mescolate il tutto con un cucchiaio di acciaio fino ad amalgamare il tutto

-Ora aggiungete un pizzico di sale e di pepe

-A questo punto dopo che avrete inserito tutto gli ingredienti aggiungete il prezzemolo tritato in precedenza

-Pulite accuratamente le alici con abbondante acqua corrente

-Tagliatele la testa

-Estraete le interiora e buttatele

-Togliete ora la lisca

-Una volta tolta con il dito allargate l'alice facendo attenzione a non dividere la parte destra da quella sinistra

-Squamate delicatamente le alici con un coltello

-In una pirofila di vetro mette una base di marinatura e successivamente fate uno strato con le alici

-Continuate mettendo uno strato di marinatura e uno di alici fino ad utilizzarle tutte

-Lasciate marinare per circa 5 ore e saranno pronte

Non resta che gustarvi le vostre alici marinate

Sicuramente il titolo di questo articolo non lascia dubbi sul suo contenuto.

Visto che mi sono trasferito in una nuova casa, ho dovuto effettuare il cambio di residenza. Pensavo fosse una cosa lunga e faticosa, in cui avrei dovuto girare mille uffici in balia di crudeli burocrati, invece tutto sommato è andata bene ed è stato abbastanza semplice. Così ho deciso di scrivere questa breve guida che magari potrà essere di aiuto a chi si appresta a fare un simile passo.

Che documenti servono?
Sono sufficienti un documento di identità e la patente. Inoltre se siete proprietari di uno o più autoveicoli, è bene portarvi anche i libretti di circolazione (ma potrebbe essere sufficiente ricordarsi il numero di targa). In alcuni comuni potrebbe essere necessario precompilare dei moduli presenti, come quello per la domanda di cambio residenza, che è possibile trovare sul sito Autocertificazioni.net in questa pagina, e di pagamento della TARSU relativa all'immobile in cui andrete ad abitare, ma di norma questi moduli potrete compilarli direttamente nell'ufficio.

Muniti di questi documenti, vi basterà andare all'anagrafe del comune di cui volete prendere la residenza, fornire il vostro nuovo indirizzo, mettere un paio di firme e in teoria avete finito. Infatti, nel caso di cambio comune, sarà il vostro nuovo comune ad avvertire quello vecchio di cancellarvi. Dopo un mese circa riceverete la visita di controllo dei vigili e alla fine vi arriverà per posta il certificato di avvenuto passaggio di residenza. In seguito, sempre via posta, vi saranno inviati i 2 adesivi da attaccare sulla scheda elettorale per aggiornare residenza e seggio (sono muniti di istruzioni chiarissime sul dove attaccarli).

Per quanto riguarda l'aggiornamento di patente e libretto, sarà sempre il comune a contattare la motorizzazione per aggiornare i dati. Vi sarà immediatamente consegnato un foglio temporaneo (che rimane valido fin quando non ricevete gli adesivi) che indica che la pratica è in corso, potrete informarvi sullo stato di avanzamento chiamando il numero verde 800-232323. A pratica conclusa riceverete gli adesivi di aggiornamento di patente e libretto di circolazione. Quello della patente va inserito nell'apposito spazio indicato sulle patenti vecchio stile, o sul retro per quelle in formato tessera. L'adesivo del libretto invece va inserito in un qualsiasi spazio libero, a patto che non copra altri dati; mi raccomando non dimenticatevi di aggiornare anche il libretto, altrimenti si incorre in una multa altissima e nel sequestro dell''auto fino a quando non si aggiornano i dati.

Non è necessario aggiornare carta di identità e Certificato di proprietà dell'auto, che continueranno a riportare la vecchia residenza ma saranno documenti ugualmente validi.

Ultime raccomandazioni, ricordarsi di aggiornare i dati di bolletta di luce e acqua che di solito offrono agevolazioni per la prima casa.

Acqua distillata, molte casalinghe adorano usarla per metterla nel ferro da stiro in modo tale da evitare formazioni di calcare molto fastidiose e che potrebbero provocarne la rottura, per risparmiare al posto di andarla a comprare al supermercato vi illustreremo i semplici passaggi per la realizzazione.

Prima di iniziare alla realizzazione vera e propria dell'acqua distillata bisogna procurarsi i seguenti oggetti:

-Una pentola

-Coperchio bucato ( se non lo avete possiamo utilizzare anche la carta stagnola per coprire la pentola )

-Tubo di vetro, meglio se a spirale

-Una borsa del ghiaccio

-Un barattolo

La preparazione dell'acqua distillata in casa è molto semplice ma lunga quindi consigliamo di prepararne piccoli quantitativi:

-Per prima cosa bisogna riempire la pentola con l'acqua del rubinetto di casa

-Mettere il coperchio forato sulla pentola, se non avete il coperchio adatto prendete della carta stagnola e coprire perfettamente tutta l'apertura della pentola

-Inserite un'estremità del tubo di vetro nel foro del coperchio, in caso di carta stagnola create il buco con una forbice

-Accendere i fornelli in modo tale da far bollire l'acqua, il vapore prodotto verrà incanalato nel tubo di vetro

-Il tubo di vetro sarà ora pieno di vapore acqueo, poggiate la borsa del ghiaccio sull'estremità del tubo di vetro fuori dalla pentola in modo tale che il vapore si condensi e si trasformi in acqua distillata

-Avvicinare il barattolo all'estremità del tubo in modo tale da far cadere le gocce di acqua distillata al suo interno

Per fare meno fatica potete appoggiare il tubo di vetro su un sostegno in modo tale da poterci mettere sopra la borsa del ghiaccio, se riuscite a posizionare accanto anche il barattolo che conterrà l'acqua distillata il procedimento avverrà tutto in automatico.

Bello e facilissimo da realizzare questo fantastico bracciale di filo di rame impreziosito da perline colorate, puoi sfoggiarlo in qualsiasi occasione, indossando qualsiasi abito sia di giorno che di sera. Tuttavia se lo preferisci puoi donarlo ad una tua amica.

Occorrente
Matassa di filo di rame.
Canutiglia argentata.
Perline.
Bicchiere.
Nastro adesivo.

Per dare forma al tuo bracciale, prendi un bicchiere un pò più grande del tuo polso e avvolgi più volte il filo di rame, più giri fai più sarà gradevole il risultato finale. Fissa i giri di rame al bicchiere con del nastro adesivo, mentre il bracciale prende forma passa alla preparazione delle decorazioni.

Prendi alcuni pezzi di canutiglia, 4 o 5, e stendili, la canutiglia è un filo sottilissimo e resistentissimo, infilaci 5 o 6 perline del colore che preferisci possibilmente non dello stesso colore. Togli ora il filo di rame dal bicchiere, che nel frattempo ha preso la forma caratteristica di un bracciale.

A questo punto prendi il filo di rame e forma due o tre fili alla volta con le decorazioni di perline che hai preparato con la canutiglia e annodale sul bracciale in ordine sparso. Ecco fatto il tuo bracciale di filo di rame e perline colorate è pronto per essere indossato oppure regalato.

Questo bracciale molto bello è realizzato con strisce di organza, perle e coralli, impreziosito da un fiore centrale in resina. Se ti piace questa realizzazione, segui passo, passo la guida che ti illustrerà come dovrai procedere, con un po' di manualità e ago e filo creerai un bijoux bello ed elegante.

Comincia il lavoro piegando l'organza in tre fili da 70cm. Senza tagliarla, pratica un paio di nodi alla piattina e infila la stessa al centro dell'organza. Con i chiodini pratica delle piccole asole alle perle: i chiodini con il cristallo li riserverai alle perle da 12mm. Inizia la composizione del bracciale inserendo in questo caso una perla da 12mm. platinum, seguita da 2 perle da 8mm. lilla e platinum, ed una da 10mm. lilla.

Occorrente
2,10m. di organza colore violetto
1 fiore di resina con foro passante in tinta
1m. circa di piattina elastica
1 grosso ago
24 chiodini a T
5 perle 12mm. colore platinum
5 perle 12mm. colore lilla
2 perle 10mm. colore platinum
2 perle 10mm. colore lilla
5 perle 8mm. colore platinum
5 perle 8mm. colore lilla
10 chiodini con capocchia in cristallo Silver
1 coral pendant 2 rami da 25mm colore copper
3 cuori da 14mm. con foro passante, 1 colore copper, 1 colore golden shadow

Per dare un po' di arricciatura, infila l'ago da solo senza elementi attraverso l'organza, in seguito infila il cuore, dopo tre arricciature di organza infila il fiore di resina. Inserisci successivamente la perla da 12mm., effettua altre tre arricciature, inserisci il coral pendant e due perle da 8mm. Continua con tre arricciature, una perla da 12mm. lilla e altre tre arricciature.

Prosegui il lavoro fino alla fine dell'organza a tuo piacere, alla fine tira un pochino il filo in modo da aggiustare tutte le arricciature, a questo punto infila una perlina di conteria in vetro in modo che faccia da fermo. Infine congiungi i due capi e pratica due o tre nodi ai fili ed eventualmente copri i nodi con i coprinodi. A questo punto il tuo bracciale in organza è pronto per essere indossato.