La ricetta che viene proposta in questa guida, è un'ottima alternativa per preparare un primo piatto molto saporito e delicato. Si tratta di gnocchi di patate con l'asiago, facili e molto pratici da preparare. Seguite le indicazioni della seguente guida.

Occorrente
400 gr gnocchi di patate
Parmigiano grattugiato
40 gr di panna
120 gr asiago tagliato a fettine
Sale
Noce di burro

Per iniziare, è necessario scegliere se comprare gnocchi o prepararli in casa. Nel secondo caso, è possibile utilizzare strumenti specifici come queste macchine per gnocchi segnalate su questo sito.

In una pentola abbastanza ampia e bassa, versateci dentro due litri di acqua e mettetela sul fuoco a fiamma moderata. Nel frattempo accendete anche il forno a temperatura massima, in modo che si cominci a riscaldare. Subito dopo, ungete una teglia da mettere all'interno del forno con burro.

La teglia che ungerete dovrà anche essere presentata in tavola. Non appena l'acqua comincerà a bollire, versateci dentro gli gnocchi, quindi fate procedere con la cottura per circa tre minuti, o comunque, fino a quando verranno a galla. Man mano che saliranno a galla, pescateli con una schiumarola e sgocciolateli per bene.

Passateli adesso nel recipiente da forno, cospargeteli con il parmigiano grattugiato, aggiungete la panna e infine ricoprite con le fette di asiago. Mettete nel forno per circa tre minuti o fino a quando l'asiago è fuso. Servite immediatamente non appena uscito dal forno, nella stessa teglia in cui viene cucinato.

Per realizzare questa ricetta, avrete bisogno di alcuni ingredienti tagliati e affettati direttamente dal vostro macellaio e salumiere: due fette di filetto di vitello alte circa due centimetri e mezzo e pesante 120 grammi, due fettine tagliate lunghe e sottili con l'affettatrice e una fetta di prosciutto sottile.

Occorrente
2 fette di filetto di vitello
2 fettine di fontina
1 fettina prosciutto cotto
sale

Aprite le fette di filetto sul tavolo di cucina; su metà di ciascuna posate mezza fetta di fontina, poi mezza fetta di prosciutto, quindi l'altra metà della fetta di fontina. Ripiegate quindi, l'altra mezza parte di carne e schiacciate con il palmo della mano, sia per far fondere insieme gli ingredienti, che per diminuire lo spessore del medaglione.

Usate lo stesso procedimento con l'altra fettina di filetto di vitello, l'altra fetta di fontina e l'altra mezza fetta di prosciutto. Prendete adesso una padella e versateci l'olio; fatelo scaldare mettendola sul fuoco a fiamma vivace. A questo punto potrete adagiare i medaglioni sul fondo della padella.

Lasciateli sul fuoco fino a farli dorare, almeno un minuto per parte, poi riducete la fiamma e coprite la padella. Fate cuocere per ulteriori sette minuti a fiamma moderata. Nel caso in cui la carne abbia ceduto troppo liquido, poco prima del termine dei sette minuti, togliete il coperchio e lasciate cuocere a fiamma leggermente più alta.

I cappellacci alla zucca sono un prelibato piatto della cucina ferrarese. In ferrarese si chiamano Caplaz e sono una prelibatezza. I cappellacci di zucca, anche detti capellacci ferraresi o capellacci estensi sono un tipo di pasta ripiena simile ai ravioli, di produzione tipica della provincia e molto apprezzati dai turisti.

Occorrente
400 g di farina
1 kg di polpa di zucca gialla
3 uova
Parmigiano reggiano grattugiato
Pangrattato
1 uovo
Noce moscata
2 foglie di salvia
100 g di burro
1 Mettete la farina sulla spianatoia a fontana e nel mezzo le uova, quindi iniziate a impastare e lavorate il tutto per circa un quarto d'ora.
Stendete la sfoglia con il mattarello o con una moderna impastatrice.
La sfoglia per le paste ripiene non deve essere proprio sottilissima, quindi tenete conto del fatto che dovrà essere più che altro elastica.

Intanto infornate la zucca (senza semi) nel forno molto caldo, arrotolata con carta stagnola. Lasciatela cuocere per 20 minuti in questo modo e, successivamente, toglietela dal forno e lasciatela raffreddare.
Frullate la polpa della zucca e mettetela in una ciotola; aggiungetevi un uovo, la punta di un cucchiaino di noce moscata, il pangrattato ed il parmigiano, sale e pepe.

Il ripieno dei cappellacci sarà piuttosto denso, regolatevi quindi con il parmigiano ed il pangrattato per ottenere la densità desiderata.

Tagliate la sfoglia in quadratoni con il lato di 5 o 6 centimetri e ponetevi al centro un cucchiaio abbondante di impasto di zucca. Chiudete in quadrato in diagonale, in modo da formare un triangolone e, successivamente, unite le due estremità come per fare un grosso cappelletto.

Fate lessare i cappellacci in acqua bollente salata, poi passateli in padella con un bel fondo di burro abbondante, la salvia ed ancora una puntina di noce moscata.

Serviteli caldi con una spolverata abbondante di parmigiano ed una foglia di salvia grande per guarnire il piatto.

Lo sapevi che i mandarini sono richiestissimi per la loro polpa fragante e succosa? I mandarini al gelo sono un dessert indicato per pranzi importanti. Potete accompagnarli con liquore al mandarino servito freddissimo in bicchieri ghiacciati. Stupisci amici e parenti con questa straordinaria ricetta.

Occorrente
6 mandarini
Il succo di un limone
200 g di zucchero
200 g di panna fresca

Lavate i mandarini. Solamente a quattro tagliate una calottina e, aiutandovi con un cucchiaio, svuotateli senza rompere la buccia. Mettete i gusci e le calottine nel congelatore e passate al passaverdure la polpa raccogliendola direttamente in una casseruola. Unitevi la scorzetta grattugiata degli altri 2 mandarini; poi spremetevi il succo.

Versate il succo ottenuto in una casseruola. Aggiungete il succo di limone, lo zucchero e un dl d'acqua. Mettete il recipiente sulla fiamma, portate a ebollizione, lasciate bollire per alcuni minuti, poi fate raffreddare. Versate il composto freddo in un contenitore largo e basso, del genere "usa e getta" e ponetelo in freezer. Dopo circa 30 minuti mescolate il composto per amalgamare le parti esterne (più ghiacciate) a quelle interne più fluide. Così facendo otterrete un compoato ben emulsionato.

Quando il composto è semi rappreso, aggiungete lentamente la panna, sbattete energicamente con una frusta e rimettetelo nel congelatore continuando a mescolare di tanto in tanto. Quando avrete un composto cremoso e ben sodo, suddividetelo nei gusci di mandarini e appoggiate sulle sommità le loro calotte. Sistemate i frutti farciti in piattini individuali e servite immediatamente oppure tenete in freezer fino ad un attimo prima di portare a tavola.

Le polpette sono un piatto fantastico, che mette d'accordo adulti e bambini: piacciono a tutti e sono anche molto semplici da preparare. Seguendo questa semplice guida, potrai fare delle polpette fantastiche e fare di sicuro bella figura con i tuoi ospiti.

Occorrente
500 grammi di carne macinata
100 grammi Parmigiano grattugiato
3 uova
Sale e pepe
Pane grattugiato

Inizia mettendo in una ciotola la carne macinata. Grattugia il formaggio Parmigiano e aggiungilo alla carne. Aggiungi poi tre uova, pepe e sale quanto basta. Mescola bene il tutto. Se vedi che il composto è un po' troppo morbido, aggiungi del pane grattugiato; se invece è troppo duro, aggiungi un goccio di brodo.

Fai delle palline con il composto e sistemale su un piatto su cui avrai sparso del pane grattuggiato. Finito di fare le palline, passale dentro a del pane grattugiato, in modo da ricoprirle completamente. Schiacciale poi un po' con le mani, per renderle leggermente piatte. Metti da parte le polpette e inizia a preparare la padella.

Versa dell'olio per friggere in una padella e mettila sul fuoco. Appena l'olio è caldo, inizia a inserire le polpette. Nel frattempo, prendi un piatto e mettici sopra della carta assorbente. Friggi le polpette e sistemale sulla carta assorbente, per far sì che l'olio in eccesso venga assorbito dalla carta. Sistemale poi su un piatto da portata e servile tiepide