Il primo problema che sorge quando si decide di incominciare a suonare la chitarra è l'accordatura dello strumento. In questa guida vi illustro un modo semplicissimo per accordare la vostra chitarra senza spendere neanche un soldo. Spero di potervi essere d'aiuto.

La prima cosa da fare è quella di scaricare gratuitamente in rete Pitch Perfect Musical Instrument Tuner, un software dal nome lungo, ma dalla semplicità inaudita. Risulta essere davvero molto facile da usare e i risultati sono più che garantiti quindi lo consiglio a tutti coloro che vogliono iniziare a suonare la chitarra.

Una volta scaricato entrato dentro e suonate una corda alla volta. Dovete conoscere il nome delle note nella versione inglese, ma è facilmente trovabile attraverso internet se conoscete solo le note all'italiana. Comunque come stavo dicendo dovete suonare una corda alla volta e fare in modo che la singola corda suoni la nota giusta. La nota sarà suonata alla perfezione quando l'accordatore segnerà verde. Fate così per tutte le corde e il gioco è fatto.

Come avete potuto constatare da soli il programma in questione è semplicissimo da usare e non costando nulla è ancora più conveniente. Naturalmente quando sarete più esperti riuscirete ad accordare lo strumento ad orecchio, ma per il momento utilizzatelo e vedrete che non rimarrete delusi. Un saluto a tutti.

Molti batteristi non sanno neanche cosa voglia dire accordare i tamburi della batteria o altri non danno molta importanza alla tensione delle proprie pelli, ma parecchi si sbagliano perchè una pelle molle e una pelle molto tirata cambiano il suono del proprio drum set e di conseguenza anche il genere.

Per cominciare sottolineo che la regola è sempre la stessa, è simile a quella per accordare le corde della chitarra ed è molto semplice: pelle molle e poco tirata... suono grave e cupo, pelle tesa e molto tirata... suono acuto e brillante (per jazz, blues o generi dolci)

Per prima cosa smollare totalmente con l'apposita chiavetta la pelle girando tutti i tiranti.
Dopo bisogna, solamente con l'uso delle mani, girare tutti i tiranti finchè non diventano abbastanza duri da stringere. Ora bisogna aver bene in mente che tipo di accordatura si vuole praticare... acuta o grave.

Successivamente date 1 o 2 giri di chiavetta ad ogni tirante seguendo lo schema riportato nella foto (o seguendo lo schema più semplice di rotazione oraria come nel video) ovvero partendo dal tirante in alto, poi seguendo su quello opposto, procedendo in senso orario e così via... Questo passaggio è molto importante perchè tutta la pelle deve avere un'accordatura uniforme.

Avendo più o meno in mente il suono che si vuole avere dalla propria pelle prendete la bacchetta e, tenendo, con il palmo della mano, la pelle premuta nel centro del tamburo, date due o tre colpetti sulla pelle vicino ad ogni tirante e cercate di regolarli opportunamente per avere un suono uguale. Infine provate il tamburo e accordatelo ulteriormente se desiderate un suono acuto.

L'accordatura di uno strumento è fondamentale per poter eseguire al meglio una musica e per poter suonarlo. Questo accordatore a pedale va usato maggiormente per chitarra elettrica e basso elettrico, ma può essere utilizzato anche per accordare un sintetizzatore con il control pitch.

Vediamo come accordare Con Un Chromatic Tuner Behringer Tu-100. Se acquisterai questo prodotto ti uscirà in dotazione anche un alimentatore da 9 volt per poter accendere il pedale attaccandolo alla corrente. Se usi un alimentatore scadente o con un voltaggio differente il pedale potrebbe danneggiarsi e l'accordatura dello strumento potrebbe subire sbalzi di imprecisione.

Collega un cavo jack al tuo strumento e l'altra estremità nell'input del pedale, poi collega un altro jack nell'output del pedale e l'altra estremità all'amplificatore. Collega la spina dell'alimentatore nella presa di corrente e il cavetto nell'ingresso DC sul pedale. Ora hai tutto cablato. Quando premerai sul pedale, azionando l'accordatore, lo strumento si muterà e potrai accordarlo.

A prescindere dal tipo di strumento che stai accordando, c'è una scala cromatica sulla parte alta del pedale, caratterizzata da led luminosi. Il processo è molto semplice. Dovrai suonare una corda per volta e girare la chiavetta per accordarla sino a che la luce verde della scala cromatica non sarà fissa. Tieni presente che al centro del pedale verrà visualizzata la lettera corrispondente alla nota che starà emettendo la corda.

Ottimo piatto, non troppo complicato ma nemmeno banale, che vi permetterà di gustare un'ottima ricetta senza dover andare al ristorante. Per la preparazione occorre un'ora, mentre per la cottura sono necessarie quattro ore più il tempo per preparare il brodo. Il tutto è per 8 persone.

Occorrente
Per il brodo:
1 cappone piccolo
300 gr. di carne di manzo semigrassa
1 osso di vitellone con midollo
1 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
Sale
Per la pasta:
400 gr. di farina bianca
4 uova
Sale
Per il ripieno:
100 gr. di polpa di manzo
100 gr. di vitello
100 gr. di maiale magro
100 gr. di prosciutto crudo
300 gr. di pane grattato
250 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
100 gr. di burro
Pepe
Sale

Prepara il brodo nel modo tradizionale. Metti in una pentola circa 2 litri di acqua fredda, il cappone ben pulito, la carne di manzo, l'osso, le verdure e il sale necessario. Porta a bollore e prosegui la cottura a fuoco dolce, fino a che si otterrà un brodo ben ristretto, che filtrerai e sgrasserai.

Nel frattempo prepara lo stracotto: soffriggi in una casseruola con il burro le carni di manzo, di maiale e di vitello, quindi aggiungi brodo e lascia cuocere, coperto e a fuoco dolce, per almeno 4 ore. Aggiungi il prosciutto, aggiusta di sale e di pepe e lascia insaporire per circa 10/15 minuti. Togli dal fuoco e lascia intiepidire.

Prepara la pasta, unendo alla farina le uova e un pizzico di sale. Lavora bene e lascia riposare il composto per circa 30 minuti. Mentre la pasta riposa, prepara il composto per il ripieno. Passa al tritacarne lo stracotto, riducendolo in un trito molto sottile, aggiungi il pane grattato e il Parmigiano e, se necessario, ammorbidisci con un po' del sugo di cottura. Mescola bene, fino a ottenere un composto omogeneo.

Tira delle sfoglie sottili e ritagliane dei quadrati di circa 3 cm. di lato, al centro dei quali metterai un nocciolino di ripieno. Ripiega la pasta a triangolo, schiacciane bene i bordi per evitare che si aprano durante la cottura e unisci le due estremità, in modo da formare un piccolo cappello. Cuoci i Cappelletti nel brodo di cappone che avrai portato a bollore e servili in tavola in una zuppiera.

Si sa, quando abbiamo ospiti a pranzo siamo sempre preoccupati di fare una bella figura, magari impressionando gli ospiti con qualche piatto nuovo, diverso dai piatti che abitualmente mangiamo tutti i giorni. Se vuoi accompagnare un secondo semplice con un contorno di sicuro effetto, ho io l'idea che fa per te. Seguimi in cucina.

Occorrente
Per 4 persone:
8 grossi champignon
50 g. di prosciutto cotto
50 g. di mortadella
Una cipolla
80 g. di formaggio tipo auricchio o galbanino
50 g. di pangrattato
Prezzemolo
1 uovo
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
Sale
Pepe

Per iniziare, asciugali con un canovaccio assorbente e stacca tutti i gambi che terrai da parte.
Ora prendi le teste e con l'ausilio di un cucchiao scuotale tenendole, una alla volta, nel palmo della mano sinistra.

Prendi i gambi e riducili a piccoli pezzi. Taglia anche il prosciutto e la mortadella. Poni una padella sul fuoco e mettici l'olio extravergine d'oliva, la cipolla affettata quanto più sottile possibile e i gambi dei funghi a pezzetti. Lascia cuocere il tutto a fuoco vivo in modo che i gambi si asciughino quasi completamente.
A questo punto aggiungi il prosciutto e la mortadella, il sale, il pepe e il prezzemolo spezzettato con le mani e lascia cuocere ancora per 15 minuti mescolando spesso con un cucchiaio di legno.

A cottura ultimata togli la padella dal fuoco e aggiungi il pan grattato. Lascia che il composto si intiepidisca ed aggiungi l'uovo, il formaggio a cubetti piccoli, il sale e il pepe. Con questo composto farcisci le otto teste dei funghi e adagiale in una teglia con qualche cucchiaio di olio extravergine d'oliva e falle cuocere nel forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti.