Cari lettori, non bisogna mai sottovalutare l’idea di mettersi con un foglio bianco davanti quando si tratta di scegliere le piante che abbelliranno il nostro giardino. Cercare di immaginare come dovrebbe essere il nostro spazio verde è il primo passo per imparare a disporre al meglio la vegetazione ed ottenere l’effetto più gradito ai nostri occhi.

Bisogna tener conto del fattore estetico, ma non trascurate la comodità e la praticità: l’altezza e la forma di una pianta potrebbero creare degli spazi aperti o degli spazi più intimi per rilassarvi.

Quando spiantate le vivaci, fate sempre in modo che la specie venga messa in rilievo. Non è difficile, vi dò qualche consiglio:

se volete realizzare delle bordure composte o miste, dovete pensare a un cespuglio dai fiori lunghi e regolari. Scegliete con cura le specie che si armonizzano per colore ma soprattutto per dimensioni così che l’occhio di chi guarda percepisca una sorta di equilibrio e non di confusione. Le Graminacee ornamentali potrebbero essere quello che fa per voi!

Se invece volete realizzare dei boschetti potete usare delle vivaci dalla crescita vigorosa e di statura elevata come il Delphinium, la Ligularia, L’Eremurus, lo Yucca e il Dictamnus, oppure concentrandovi sul colore con la Paeonia, il Lupinus, l’Aster, il Solidago o il Phlox.